<-- Precedente (pag. 1) - pagina 2

Art. 16: entro il 30 aprile d'ogni anno deve essere svolta l'assemblea dei soci che ha il compito di approvare il bilancio consuntivo e preventivo proposto dal Consiglio della sezione.

Art. 17: copia del verbale d'assemblea e del bilancio approvato debbono essere inviate annualmente alla Segreteria Nazionale, così come le variazioni nella composizione del Consiglio di sezione o del suo Presidente.

Art. 18: le sezioni possono, se lo ritengono opportuno, e con il consenso delle altre sezioni regionali, delegare ad un comune rappresentante il COORDINAMENTO REGIONALE per le trattative in sede regionale riguardanti gli scopi dell'associazione. Il coordinatore regionale NON ha potere sulle singole sezioni, che conservano la propria autonomia, ma è delegato dai Presidenti di sezione a tutelare gli interessi dell'associazione in ambito regionale (coordinamento, richieste di contributi, collaborazioni o contatti tra le sezioni, dirimere questioni tra sezioni, mantenere contatti tra le singole sezioni e la regione e la segreteria azionale o quanto altro gli sia richiesto dalle sezioni stesse).Il coordinatore regionale può essere un socio che già riveste una carica all'interno di una sezione.

Art. 19: le singole sezioni possono, se in possesso dei requisiti previsti dalla Legge, e non in contrasto con lo spirito educativo e didattico dell'Associazione Italiana Soccorritori, iscriversi all'Albo Regionale del Volontariato.

Art. 20: le singole sezioni per essere attive debbono effettuare almeno un corso l'anno (o in alternativa una manifestazione d'aggiornamento sul tema del primo soccorso oppure iniziative atte a diffondere la coscienza del Primo Soccorso. Dopo due anni consecutivi d'inattività (non adeguatamente motivate) le sezioni non operanti sono considerate decadute e non più attive, a loro è pertanto sospeso l'invio di convocazioni o di materiale ed inibito il diritto d'uso del marchio e della denominazione A.I.S. Per quanto concerne lo scioglimento della sezione si rimanda allo Statuto.

Art. 21: le singole sezioni NON possono svolgere iniziative in altri Comuni ove sia già esistente una sezione A.I.S. senza il consenso scritto di quest'ultima.

Art.22: le singole sezioni NON possono utilizzare la denominazione e l'immagine dell'A.I.S., per fini estranei allo statuto, senza la preventiva autorizzazione SCRITTA del Consiglio nazionale.

Art. 23: le sezioni A.I.S. possono associarsi ad altre associazioni od Enti, previa comunicazione al Consiglio nazionale A.I.S. e Nulla Osta scritto, purché abbiano le medesime finalità dell'Associazione Italiana Soccorritori o servano a raggiungere gli scopi statutari della stessa.

<-- Precedente (pag. 1) - pagina 2